Posts contrassegnato dai tag ‘Le creme’

Have you ever heard of creamed honey? My family owns a beekeeping farm and we use honey on daily basis. Having a beekeeping farm consumes almost all your time. Bees are extraordinary, hard-working creatures and at the same time request you to be the same if you want to benefit from their work and magical creations. And when you have eco-certification, like our farm does, it means mantaining the highest environmental standard possible. And here’s when we again come back to labor, hard labor. But even the slightest look at honey, product above all natural products makes it worth all the effort. Yes, very rewarding.

I put honey in coffee and tea, like to use it in sweets, basically, like to use it whenever and wherever.
Honey jar by honey jar and so came this creamy goodness. Creamed honey, also called whipped honey, spun honey, churned honey.  My dad made it a couple of days ago and my favorite breakfast was born. Well, actually bees made it, but dad creamed it. It is 100 % natural honey with no additives, only in different “state”. The procedure is quite simple and you can try it at home. Take some liquid honey and crystallized honey (1:1 or use less crystallized honey) and put it into your stand mixer, turn on low/medium speed and let it work its magic…for about 20 minutes. You will want to mix it a few more times (2-3 intervals). The more you mix it, the creamier and more stable it becomes. Its color becomes pale (almost white) and texture creamy. It has smooth spreadable consistency, which is very convenient if you like to eat your honey with a spoon and it also makes a great spread on (home made) bread, on top of butter, sprinkled with some cinnamon… Hello, my favorite breakfast.

Crystallization is a natural process and by whipping crystallized honey with honey in “normal” (liquid) state, you break up large crystals formed in crystallized honey and make its texture creamy and smooth. You will want to whip it until all the tiny crystals disappear. Keep it in jars at room temperature.

Tamara Novakoviç

Tamara Novakoviç

Tamara Novakovic is a passionate self-taught cook, food blogger, freelance food writer and photographer behind bite-my-cake.blogspot.com. Her life journey has led her through Faculty of Humanities in Zagreb, Croatia to discovering passion for making cakes. She is currently a weekly food columnist for Croatian newspaper V magazine and food magazine Repete.

http://honestcooking.com/2012/02/22/your-new-favorite-breakfast-creamed-honey/

Crema di miele montato

Pubblicato: 09/04/2013 in Recipes
Tag:,

 

Crema di miele montato

Ingredienti:

1 parte di miele liquido (tipo miele di acacia)
1 parte di miele cristallizzato (non è altro che il miele quello denso e granuloso che va scavato con il cucchiaino)

Preparazione:

in una ciotola versate i due miele in quantità uguali e iniziate a montare nella planetaria con il gancio frusta a filo con con un frullatore elettrico per almeno 20 minuti a velocità medio bassa…Più montate e più il miele risulterà cremoso. Una volta pronto trasferitelo in un barattolino ermetico e conservate a temperatura ambiente. Uan volta montato non si smonta, ma rimane così!

Crema di miele montato

 

Per evitare che i puristi mi assalgano e mi facciano presente che una crema pasticcera senza uova non è una crema pasticcera aggiungo le virgolette. Non so per voi, ma per me le virgolette sono rassicuranti: mi danno sempre una certa sensazione di libertà e sono sempre un porto sicuro in cui far attraccare le parole quando l’accezione che voglio dare loro devia un pelino dalla norma. Fatto sta che, ad essere filosofi, potrei obiettare che la locuzione “crema pasticcera senza uova” è comunque corretta, perché in effetti se alla crema pasticcera tolgo le uova cos’altro deve essere se non una “crema pasticcera senza uova”? Questa mattina mi sento un po’ stoppardiana. Per chi non lo sapesse, Tom Stoppard è un commediografo inglese del teatro dell’assurdo. La sua opera più conosciuta è Rosencrantz e Guildenstern sono morti. Vi consiglio di leggerla perché è davvero esilarante…Esiste anche la versione cinematografica con Tim Roth e Gary Oldman, molto bella anche quella!.
Beh, per non deviare troppo dalla strada maestra ritorno sui miei passi e torno a parlare della mia crema pasticcera senza uova. Quanto a consistenza ci siamo, è quasi identica a quella classica, quanto al sapore ovviamente è un sapore più delicato, ma mi aspettavo una schifezza e invece sono stata molto soddisfatta!
Ho provato ad unirvi del cioccolato fondente e, che dire, l’ho trovato un abbinamento perfetto e un connubio ideale per creare un’ottima crema al cioccolato. In effetti come base cremosa l’ho trovata più indicata rispetto alla crema pasticcera classica, perché più neutra come sapore. Si ottiene quindi una crema al cioccolato che sa di cioccolato e basta. Insomma, è un modo per trasformare una barretta di cioccolato in una crema. Comunque, senza indugiare oltre vi presento “la crema pasticcera senza uova”.

Crema pasticcera senza uova

Ingredienti:

200ml di latte intero
30g di farina 00
10g di Maizena ovvero amido di mais ( la prossima volta ridurro la dose a 6g)
60/80g di zucchero (io l’ho fatta con 80 e l’ho trovata un pelo dolce, quindi ridurre a 70)
buccia grattugiata di limone
un pizzico di sale alla vaniglia (o sale normale)
la punta di un coltello di curcuma o colorante giallo (facoltativi, per dare la colorazione gialla)

Preparazione:

in un pentolino setacciate la farina con la maizena e aggiungete lo zucchero. Versate poi una parte di latte e mescolate bene con una frusta in modo da sciogliere tutti gli eventuali grumi, dopodiché versate il restante latte. Aggiungete il sale, la buccia di limone, la curcuma o il colorante e mettete su fuoco medio mescolando continuamente con la frusta fino a che il composto comincerà ad addensarsi. Non fate addensare troppo, ma lasciatela un po’ lenta perché raffreddandosi si ispessisce. Fate raffreddare velocemente mescolando energicamente e coprite con pellicola a contatto con la superficie della crema.

———————————————————————-
Per una versione al cioccolato: unite 4 o 5 scacchetti di cioccolato fondente quando la crema è ancora calda e mescolate fino a farli sciogliere.

Per una versione gluten free:
sostituite la farina 00 con di farina di mais e mettetene in totale 16g.

http://www.trattoriadamartina.com/2012_03_01_archive.html

Crema pasticcera senza uova