Posts contrassegnato dai tag ‘Tracy Reese Spring Collection’

Tracy Reese Spring 2009 Collection Review – A Runway Garden Party

For Spring 2009, Tracy Reese unveiled 45 new looks in her signature feminine design aesthetic. I felt as though I’d been invited to a private garden party in Central Park with white lights streaming overhead. Ms Reese played on proportions in her romantic silhouette, predominantly constructed with fitted bodices that nipped at the waist before sprouting out into fuller ball skirts and pants. Even when this hourglass was turned over, with more loosely-shaped freeform trench coats and voluminous blouses shown on top, the bottom was balanced by a narrow stovepipe pant. Here the palette and design details overlapped brilliantly to underscore the collection’s feminine voice. From the great use of color and ladylike prints to the embroideries and embellishments, with pin-tucking and peplums, the admired designer ushered out some of the girliest frocks yet this season. Her legion of friends, family, and industry supporters seemed to be perched on the edge of their seats with baited breath. At times, it was so quiet; you could almost hear a pin drop, as the dreamy dulcet vocals of Keren Ann echoed against the soft melodic piano arrangement on her ethereal ballad “Liberty”.

Baby, ho preso tutto quello che avevo,
Ran alle coste
Hai perso la cognizione del tempo, per non affondare nella sabbia
Viaggiato le autostrade, scattato nel cuore della terra

Trovai una notte inquieta
veleno e vino sorseggiato
Oscurato ogni baciò le labbra di luce e molte
irreprensibile addormentato poi svegliato vecchio, ubriaco e senza risposta

Così ho salito con il vento boreale

Mi sono immerso nel sole
Strinse una mano sensibile di uno sciocco e saggio
Credo che fosse pronto a salire …
E più che correvo, più mi era stato promesso il sole …

Secondo le note di programma, il Tracy Reese Spring 2009 Collection è una brillante progressione della natura e della forma con delicate, ma pezzi sofisticati che emanano moderno romanticismo e femminilità forte. Pastelli convergono in tinte vivaci profondamente intensi, mentre rilassato spostamento sagome in forme architettoniche stratificate e poi, racconta la storia di una fantasia giardino e l’evoluzione della primavera. La collezione Black Label inaugurale è una versione parvenu degli elementi fondamentali di Tracy Reese, con organza spumoso, chiffon delicata, e ricchi broccati.

La tavolozza ha iniziato morbido con toni pastello del guscio d’uovo, cemento, a goccia, e delle nettarine, prima di approfondire con gli estratti di cubista e giardino in colori ofjade, blu pavone, verde Macao, e onice. La silhouette di occupati di tutto, dai pantaloni e tute a lanterna senza spalline e avvolgere abiti. cardigan Delicato, scollature profonde cappuccio e inserti in abbondanza anche mantenuto il look fresco e moderno. Fabrications variava da cuoio e tela di raso e pizzo con una manciata di acquerello accattivanti stampe, principalmente le nubi, crisantemo, foglie che cadono. Il mio preferito stampa nella raccolta e uno dei miei più amati di questa stagione è stata la rose oleandro. Mi scusi signora Reese, posso sistemare il mio ordine per quel vestito senza spalline doppio peplo adesso? Perché è sicuro di vendere entro la prossima primavera. Ho quasi voglia di ospitare una festa in giardino del mio solo per avere una scusa per indossarla. High tea, chiunque?

Il mio aspetto preferito della Tracy Reese Collezione Primavera 2009 incluso: un corpetto senza spalline in onice la caduta foglie di stampa in cima onice tagliata pantaloni voluminosi lanterna, il kaki cemento applique vestito, un vestito inserto giada verde con bolero in pizzo quipere, il palissandro biancheria bouquet mélange trincea cappotto, una secca pizzo guipere azalea vestito senza spalline, e il mio preferito di cui sopra, le rose, oleandri peplum doppio abito senza spalline.


Annunci